Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Cliccando su OK acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Consulta la Cookie Policy

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

FAQs in Chirurgia Plastica e Medicina Estetica

 

DOMANDE FREQUENTI DI CHIRURGIA PLASTICA

D. Cosa significa rivolgersi a un medico specializzato in Chirurgia Plastica ed Estetica?

R. La Specializzazione in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica, è una delle specializzazioni post-lauream riconosciute dal Ministero della Salute, la cui durata legale, prevista per raggiungere il titolo di specialista nella materia, è di 5 anni accademici. La formazione del medico specialista avviene a tempo pieno ai sensi del Decreto Legislativo 8 Agosto 1991 n.257 in attuazione della direttiva n.82/76 CEE del Consiglio del 26/01/1982 e dell'art.6 della legge 29/12/1990 n.428 e direttiva CEE del 05/04/1993. La chirurgia plastica estetica è una specializzazione in continua evoluzione che soddisfa la crescente richiesta di perfezione, benessere e miglioramento fisico che giunge da un considerevole numero di uomini e donne. La continua ricerca e sperimentazione clinica, rendono questa specializzazione capace di dare ottimi risultati con un basso rischio d’insuccesso, la minima invasività e un rapido ritorno alla vita normale.

D. E’ meglio l’anestesia generale o locale?

R. La scelta del tipo d’anestesia è in funzione del tipo d’intervento, delle condizioni fisiche del paziente e della migliore riuscita dell’operazione. In alcuni casi è più utile l’anestesia locale, come per la blefaroplastica e la liposuzione, interventi nei quali il paziente può muoversi e il chirurgo può eseguire l’operazione con una maggior precisione.

D. E’ possibile vedere come sarò dopo l’intervento da una fotografia modificata al computer?

R. Si. Oggi grazie a programmi avanzati è possibile vedere al computer in anteprima come potrebbe essere corretto il vostro difetto. Tuttavia non sempre il risultato ottenuto chirurgicamente corrisponde a quello della simulazione fotografica. Attenzione, quindi, a quello che vi viene proposto e non pensiate che il risultato sarà identico a quello che vedrete in foto.

D. Posso vedere i risultati di altri pazienti?

R. Certamente. I chirurghi plastici hanno l’abitudine di documentare fotograficamente, prima e dopo, i loro interventi. Se lo richiedete, potranno farvi vedere i risultati dell’intervento che vi interessa a condizione che vi sia il consenso dei pazienti già operati e fotografati secondo le leggi sulla privacy.

D. Esiste un intervento che non lascia cicatrici?

R. No. Qualsiasi intervento che richieda l’utilizzo del bisturi procura necessariamente delle cicatrici. Le tecniche di chirurgia plastica ed estetica consentono allo specialista di nascondere il più possibile i segni del bisturi (come ad esempio nella rinoplastica, otoplastica e trapianto di capelli). E’ compito del chirurgo plastico nasconderle e renderle poco visibili. 

D. Perché a volte il chirurgo plastico parla di ritocchi?

R. La chirurgia plastica estetica è un insieme di scienza e arte e non è sempre possibile prevedere con assoluta certezza il risultato finale. A volte può capitare di dover fare un piccolo ritocco a distanza di tempo, non per modificare l’intervento originale, ma per aggiustare quelle piccole irregolarità dovute a fattori esterni come la cattiva guarigione delle cicatrici, un risultato non ottimale per il paziente ecc… Tutto questo va discusso preventivamente con il chirurgo plastico che eseguirà l’intervento chirurgico.

D. Quando devo pagare l’intervento?

R. In genere il pagamento viene effettuato in modo anticipato o lasciando un acconto al chirurgo. Questo perché oltre al chirurgo, si deve pagare la clinica, l’anestesista, e i vari operatori sanitari coinvolti. E’ possibile, in certi casi, prendere accordi diversi, oppure richiedere un finanziamento che rappresenta un comodo sistema di pagamento rateale. 

 

 

DOMANDE FREQUENTI DI MEDICINA ESTETICA

D. Quanto costano i trattamenti di medicina estetica?

R. I trattamenti di medicina estetica hanno costi variabili e possono cambiare sensibilmente anche sullo stesso trattamento. Ma perchè? Il costo del trattamento non è legato tanto al chirurgo plastico che esegue il trattamento, bensì alla qualità del prodotto ustilizzato, in primis per botox e acido ialuronico. In generale prezzi più alti sono legati ad una qualità superiore del prodotto e quindi ad una maggior durata nel tempo. Regola di massima vuole che trattamenti economici siano ripetuti più frequentemente rispetto a trattamenti più costosi, proprio in base al prodotto di medicina estetica utilizzato. Diffidate quindi da sconti eccessivi che porterebbero nel tempo ad un maggior dispendio da un punto di vista econominco.

D. Quali sono i trattamenti più eseguiti a livello del volto per non ricorrere alla chirurgia?

R. I trattamenti per il ringiovanimento del volto più eseguiti sono senza dubbio il botox (tossina botulinica), l'acido ialuronico e tutti i dermal fillers riassorbibili e semipermanenti. Entrambi danno grande gratificazione e ottimi risultati se eseguiti da personale medico specializzato.

D. Quando iniziare a fare i trattamenti? Esiste un età minima e massima?

R. I trattamenti di medicina estetica possono essere eseguiti a partire dalla maggiore età. In generale si consiglia di prevenire i segni dell'invecchiamento con trattamenti di medicina estetica a bassa invasività già a partire da 30 anni d'età. Il riempimento delle rughe naso labiali, delle labbra e il trattamento delle rughe perioculari sono sicuramente i più consigliati per iniziare.

D. Esitono alternative alla liposuzione?

R. Grazie alla ricerca in ambito medico estetico, oggi è possibile eseguire trattamenti medici a bassa invasività per rimuovere le adiposità localizzate su pancia, fianchi e glutei, sia con iniezioni ambulatoriali di farmaci che sono in grado di scioglere il grasso, sia con macchinari elettromedicali, in primis la cavitazione.

D. E' possbile eliminare le rughe del volto senza eseguire un lifting?

R. Il lifting dà sicuramente risultati duraturi nel tempo a discapito della ripresa post operatoria. Ad oggi, grazie a fili di sospensione riassorbibili o permanenti, è possibile eseguire il lifting del volto in aree diverse, a livello ambulatoriale, senza anestesia e senza degenza. Questo ci permette di poter parlare di "lifting pausa pranzo". Questo trattamento di medicina estetica con fili di sospensione può essere ripetuto nel tempo senza alcun incoveniente o nè complicanza.

D. Quali sono le alternative alla chirurgia nel caso d'iperidrosi (sudorazione eccessiva)?

R. L'iperidrosi consiste nella sudorazione eccessiva a livello delle ascelle, mani e piedi. Colpisce sia uomini che donne e spesso costringe i pazienti che ne sofforno a modificare lo stile di vita soprattutto nel vestiario e nelle relazioni sociali. Grazie all'utilizzo del botox è possibile trattare le aree che sudano di più a livello ambulatoriale, con una ripresa immediata delle normali attività quotidiane. L'effetto del trattamento, se ben eseguito, ha una durata di 9-10 mesi.

D. Che cosa si intende per hydroblance, soft e volume restoration?

R. Si tratta di concetti innovativi nel campo della medicina estetica. Sono una serie di trattamenti di ringiovanimento che hanno notevole efficacia nel contrastare l'invecchiamento fisiologico e il fotoinvecchiamento. Ricorrere a questi concetti evoluti di ringiovanimento minivasivo equivale a non eseguire un lifting nel corso della vita, potendo godere di uno sguardo sempre fresco e naturale. Per questo motivo si è introdotto il concetto di biolifting, un lifting ottenuto in modo bilogico e naturale.

D. I trattamenti di medicina estetica cambiano la fisionomia del paziente?

R. La regola principale della medicina estetica è mantenere un aspetto naturale contrastando l'invecchiamento, nel rispetto dell'anatomia e dei lineamenti propri di ogni persona. Per questo motivo, affidarsi a personale medico esperto, qualificato e diplomato equivale a ottenere risultati del tutto naturali, con tecniche innovative e in tutta sicurezza. I coetanei e amici non dovrebbero mai accorgersi che il paziente ha eseguito trattamenti di medicina estetica, limitandosi a constatare come viene portata bene l'età dal paziente.